Lavanda

La nostra collezione si compone ad oggi di 150 tra specie e varietà di lavanda, diventando così la più importante in Italia.
Queste appartengono a 4 delle 8 sezioni in cui è suddiviso il genere Lavandula, non tutte di facile reperibilità e propagazione:

(cliccare sui nomi delle sezioni per una più veloce navigazione)

Siamo particolarmente orgogliosi di aver ereditato dal vivaio Venzano di Volterra, la Lavandula buchii ‘June Ellen’ che Donald Leevers ha dedicato a sua madre. Il nostro clima ci offre la possibilità di coltivare tutte le lavande poco rustiche, generalmente della sez. Pterostoechas, che danno molte soddisfazioni in quanto fiorite tutto l’anno. Quindi, nell’ambito dello stesso genere, disponiamo di piante diverse nelle forme, nei profumi e nei colori, in grado di soddisfare anche i collezionisti più esigenti.

Sez. I ~ Lavandula

Lavandula angustifolia

Originaria del Mediterraneo Nord Occidentale conosciuta con diversi sinonimi ormai in disuso (Lavandula officinalis; Lavandula spica; Lavandula vera). Aspetto compatto, foglie sottili, peduncoli quasi mai ramificati. La fioritura è più precoce rispetto alle cultivar di Lavandula × intermedia. La maggior parte delle cv sono molto profumate ed adatte per bouquets freschi o essiccati, nella produzione di olii e nell’uso come ornamentale da giardino sia in vaso che in bordura. Buona rusticità con resistenza a temperature sino a -15° C. Si adatta a terreni calcarei, argillosi, poveri ben drenati. Esposizione in pieno sole da Sud Sud-Est a Sud Ovest evitando esposizioni a Nord.

* White Fragrance

* Rosea

* Luberon

* Ellagance Purple

* Essence Purple

* Munstead

* Spear Blue

* Ardeche

* Forever Violet

* Hidcote

* Valence Dark Violet

* Forever Blue

Lavandula angustifolia ‘Ardeche’

Lavandula angustifolia ‘Ellagance Purple’

Lavandula angustifolia ‘Essence Purple’

Cespuglio piccolo e compatto (fino a 60 cm). Foglie grigie. Spighe lunghe fino a 5 cm con calici violetto scuro e corolle più chiare.

Lavandula angustifolia ‘Forever Blue’

Lavandula angustifolia ‘Forever Violet’

Lavandula angustifolia ‘Hidcote’

Pianta compatta con foglie di colore verde, nell’insieme la pianta risulta di colore grigiastro. Peduncoli sino a 20 cm; spighe lunghe 3-5 cm. Corolle blu-violetto con calici violetto scuro. Fioritura giugno-luglio. Aroma forte. Utilizzo bouquet secco o fresco, pot-pourri, bordure basse.

Lavandula angustifolia ‘Luberon’

Pianta compatta a crescita rapida. Foglia grigia. Fioritura giugno-luglio. Colore malva luminoso. Aroma leggero. utilizzo per sacchetti profumati e pot-pourri.

Lavandula angustifolia ‘Munstead’

cespuglio di medie dimensioni, con peduncoli lunghi fino a 20 cm, spighe fusiformi o cilindriche portanti corolle color violetto intermedio.

Lavandula angustifolia ‘Rosea’

Pianta di media grandezza con foglie verde chiaro. Peduncoli sino a 2,5 cm di lunghezza. Spighe da 5 a 9 cm interrotte alla base. Corolla rosa malva. Rispetto alle altre di colore rosa ha un aspetto più verde nel fogliame. Aroma dolce. Utilizzo bordure, vaso fiorito.

Lavandula angustifolia ‘Spear blue’

Lavandula angustifolia ‘Valence dark Violet’

Lavandula angustifolia ‘White Fragrance’

Ibridi

Ibrido interspecifico naturale tra Lavandula angustifolia e Lavandula latifolia scoperta in Francia nel 1828 nella regione delle Basses Alpes.
Abbina le caratteristiche di entrambe con una buona fioritura e una buona robustezza. Di facile coltivazione ha una buona resa in olii essenziale caratteristica che l’ha fatta preferire per la coltivazione di massa soprattutto in Francia dove questa lavanda e conosciuta con il nome di Lavandin.
La caratteristica di questo ibrido e delle sue varietà la rendono adatte anche per formare bordure, occupare spazi nel giardino anche come pianta singola (le spighe piuttosto lunghe la rendono adatta per composizione di fiori essiccati).
Le foglie tendenzialmente grigie soprattutto in certe varietà le conferiscono un aspetto gradevole da sfruttare nel giardino anche nei periodi di non fioritura.

* Edelweiss

* Platinum Blonde

* Seal

* Super

* Jaubert

* Walberton’s Silver Edge

* Abrialis

* Grosso

* Sabine

* Sumian

* Gros Bleu

* Hidcote Giant

* Impress Purple

* Julien

Lavandula × intermedia ‘Abrialis’

Pianta compatta e ben formata. Foglie grigio-verdi. Peduncoli sino a 40 cm Spiga stretta e piramidale da 6 a 8,5 cm Colore azzurro lavanda intermedio. Fioritura da metà luglio ai primi di settembre. Profumo canforato (vedi oli essenziali).

Lavandula × intermedia ‘Edelweiss’

Cespuglio compatto (70 cm × 70 cm), con fogliame grigio. Lunghe spighe con corolle bianco puro in giugno/luglio. Tollera la siccità, necessita di esposizione in pieno sole e terreni ben drenati. Rustica fino a -15°C.

Lavandula × intermedia ‘Grappenhall’

Pianta vigorosa sino a 90 cm Foglie ampie di colore grigio-verde. Peduncoli sino a 40 cm. Spiga stretta conica e interrotta alla base. Corolla lilla-rosata.

Lavandula × intermedia ‘Grey Edge’

Cespuglio vigoroso (raggiunge dimensioni di 1 m di larghezza). Peduncoli lunghi (16–30 cm) a volte ramificati, con spighe fino a 11 cm violetto scuro/lavanda. Fioritura in giugno, profumata.

Lavandula × intermedia ‘Gros Bleu’

Di origine francese, viene coltivata, in Provenza, per la produzione di bouquets essiccati. Portamento eretto. In fioritura raggiunge 90 cm di altezza.
Corolle violetto scuro.

Lavandula × intermedia ‘Grosso’

è la varietà più coltivata per la produzione di oli essenziali. Cespuglio che raggiunge i 90 cm Foglie verdi. Peduncoli sino a 50 cm. Spighe da 5,5 a 9 cm compatte e coniche. Corolla blu-viola intermedio. Aroma pungente. Fioritura da metà luglio a fine agosto. Ottima per siepi o da piantare in massa.

Lavandula × intermedia ‘Hidcote Giant’

Pianta vigorosa. Foglie da verde a verde grigiastro. Peduncoli molto lunghi sino a 60 cm con spighe da 4 a 5 cm blu-porpora scuro. Fioritura da metà luglio sino a tutto agosto. Fiore dolcemente profumate con foglie fortemente canforate. Si distingue dagli altri lavandin per la forma tozza della spiga e i lunghi peduncoli. Da usare in una bordatura importante.

Lavandula × intermedia ‘Impress Purple’

Di origine francese, pianta di grandi dimensioni, compatta. Fiorisce da fine giugno con corolle violetto intenso. Spighe di media lunghezza (4–7 cm ) con lunghi peduncoli.

Lavandula × intermedia ‘Sumian’

Pianta di accrescimento veloce e di grosso sviluppo; foglie grigio verdi lunghi peduncoli sino a 35 cm. Spighe medie da 6 a 7,5 cm da cilindriche a conico-cilindriche. Colore blu-lavanda intermedia. Fioritura a luglio. Aroma delicatamente pungente. Utilizzo per bouquet essiccati e in profumeria.

Lavandula × intermedia ‘Super’

Pianta di grande sviluppo con verdi grigiastre. Peduncolo sino a 50 cm. Spighe da 8 a 13, sottili con corolle blu-porpora intermedio. Aroma leggero. Fioritura da fine giugno a luglio.

Lavandula × intermedia ‘Sabine’

Cespuglio compatto, di media grandezza, in fioritura raggiunge un’altezza massima di 90–100 cm. Fioritura in giugno/luglio con corolle violetto-lavanda.

Lavandula × intermedia ‘Seal’

Grande cespuglio vigoroso con foglie grigio-argentate. Peduncoli molto lunghi (fino a 50–55 cm) che portano spighe di media grandezza (4–8 cm) con corolle violetto-blu intenso. Fioritura in luglio-agosto, aroma delicato.

Lavandula × intermedia ‘Julien’

Varietà selezionata in Francia, è un “lavandino blu” adatto per essere usato come bouquet di fiori essiccati e pot-pourry. Cespuglio compatto con lunghi peduncoli e spighe di 6–7,5 cm. Fioritura in luglio-agosto, attira in particolare le farfalle

Lavandula × intermedia ‘Jaubert’

Grande cespuglio compatto, di origine francese, con fioritura precoce, utilizzato nella produzione industriale dell’estrazione dell’essenza di lavanda. Spighe violetto-malva da 8–11 cm portate da lunghi peduncoli.

Lavandula × intermedia ‘Walberton’s Silver Edge’

Cespuglio con foglie variegate, grigio-verdi al centro e color crema sui margini. Corolle violetto-lavanda scuro, spighe corte e compatte. Fioritura da luglio.

Lavandula × ginginsii

Ibrido tra Lavandula dentata e Lavandula lanata. Presenta una tomentosità diffusa sulle foglie verde grigio che le conferiscono un caratteristico aspetto vellutato. I margini fogliari sono dentati. Spiga slanciata portanti un ciuffo di brattee apicali blu-violetto, corolle blu-violetto. Fioritura praticamente continua da maggio in avanti eliminando le spighe sfiorite. Richiede in inverno una posizione riparata. ‘Goodwin Creek Grey’ unica cv conosciuta.

Sez. II ~ Dentata

Originaria di Spagna e Nord Africa, deve il suo nome ai caratteristici margini fogliari. Distinguiamo nell’ambito della specie le varietà dentata e candicans. Quest’ultima si distingue principalmente per il colore delle foglie e la presenza di una tomentosità densa che le conferisce un aspetto più grigio. Particolare l’aroma che risulta come una miscela di lavanda e rosmarino. Pianta adatta per sacchetti profumati e pot-pourri.

Lavandula dentata ‘Adrar M’Korn’

Originaria del Marocco, resiste a temperature fino a -8/-10°C. Compatta con piccole foglie grigio-verdi, molto aromatiche. Fioritura ininterrotta nei climi miti.

Lavandula dentata ‘Evermore’

Fogliame verde, fiori lilla intenso.

Lavandula dentata ‘Ploughman’s Blue’

Foglie verde scuro con un aspetto complessivo grigio-verde. Fioritura da maggio in avanti.

Lavandula dentata ‘Pure Harmony’

Pianta con fogliame grigio argento, peduncoli lunghi fino a 20–25 cm, spighe fino a 5 cm con corolle bianco puro.

Lavandula dentata ‘Royal Crown’

Portamento eretto foglie verde grigio. Brattee apicali lilla chiaro.

Lavandula dentata ‘Serenity’

Fogliame verde, spiga allungata lilla chiaro. Vigorosa

Lavandula dentata var. candicans

Caratteristica per le foglie tomentose di un bel grigio argento. Presente in Marocco, Algeria, Arabia Saudita è considerata più vigorosa rispetto alla var. dentata. Adatta per siepi, i suoi fiori sono adatti per l’uso di mazzi essiccati o pot-pourri.

Lavandula dentata var. dentata

Foglie dentate con un colore variabile dal verde al verde grigio. Caratteristica la spiga dove nella parte apicale le brattee fertili lasciano gradualmente il posto alle brattee sterili le quali assumono un colore tipico blu-violetto pallido. Fioritura prolungata, durante l’anno e ripetuta con intervalli brevi di non fioritura.

Lavandula dentata var. dentata forma Rosea

Il nome si riferisce alla variante rosa dei fiori. Origine Marocco.

Ibridi di intersezione

Lavandula × heterophylla

Ibrido tra Lavandula dentata e Lavandula angustifolia. Presenta una buona vigoria raggiungendo tipicamente il metro di altezza. Presenta foglie grigio verdi tomentose da lineari ad ellittiche, il margine fogliare è in alcune intero in altre parzialemnte dentato. Vari cloni sono noti, verosimilmente le piante in nostro possesso appartengono al clone ‘Devantville-Cuche’. La fioritura è da Luglio in avanti con spighe molto lunghe interrotte alla base. Media rusticità potendo passare l’inverno in posizione riparata. Ideale per siepi e bordure particolarmente se piantate in massa.

Lavandula × allardii

Ibrido tra Lavandula dentata e Lavandula latifolia. Presenta rispetto a Lavandula heterophylla foglie più larghe ed una colorazione verde grigia nelle foglie. Altre due cultivar attribuibili per molto all’ibrido Lavandula × allardii sono: “African Pride” (clone A) diffuso in Sud Africa e “Anzac Pride” (clone B) presente invece in Australia. Presentano tipicamente le foglie nelle due forme intere e dentate ma il clone B presenta in margini dentati più accentuati e una vigoria maggiore.

Lavandula × allardii ‘Meerlo’

Simile alla precedente si distingue per il fogliame variegato. Verde con margini color crema.

Sez. III ~ Stoechas

Originaria del bacino del mediterraneo, Nord Africa, Isole Canarie, è la specie con il più vasto territorio di distribuzione.

Ha uno sviluppo semiarbustivo con foglie intere da ellittiche a lanceolate caratterizzate da spighe quasi sempre intere da viola scuro, a rosa a bianco che portano all’apice un ciuffo di brattee sterili variamente colorato. Sin dall’antichità usata per scopi medicinali tutta la piante ha un profumo piuttosto canforaceo. Si distingue dalle altre lavande in quanto necessita di terreni a ph leggermente acido e non sopporta temperature inferiori a -5°C. La fioritura va da aprile a luglio con modesta rifioritura in autunno se opportunamente cimata a fine fioritura.

Lavandula stoechas ‘Lavinia Purple’

Corolle blu scuro, e brattee apicali viola lilla.

Lavandula stoechas ‘Lavinia White’

Corolle lilla , con brattee apicali bianche.

Lavandula stoechas ‘Lavinia Dark Pink’

Corolle rosso ciliegia e brattee apicali rosa chiaro.

Sez. IV ~ Pterostoechas

Nel nostro catalogo sono presenti alcune Lavande di origine del bacino del Mediterraneo, dell’Africa del Nord e delle isole atlantiche che si differenziano dalle lavande presenti nel nostro immaginario comune. Le loro foglie sono caratteristicamente incise, lobate (cioè pennatosette). La spiga è generalmente tripartita e il loro aroma è molto diverso, piuttosto canforaceo. In genere hanno una buona rifiorenza sfiorando in alcune la fioritura ininterrotta durante l’anno sopportano temperature poco al di sotto dello 0° C.

Lavandula buchii

Molto simile alla Lavandula pinnata, originaria delle Isole Tenerife, ha foglie leggermente aromatiche, grigie. Fiori blu-malva in corte infiorescenze su lunghi peduncoli da marzo a giugno e in autunno. Portamento eretto con un altezza massima in fioritura di 80° C cm Poco rustica, non sopporta temperature molto al di sotto dello 0° C.

Lavandula buchii ‘June Ellen’

Scoperta nel vivaio Venzano presso Volterra, è un incrocio spontaneo tra Lavandula buchii × Lavandula pinnata. Ha foglie aromatiche, che ricordano un profumo di limone e acqua di rose.

Lavandula × christiana

Ibrido tra Lavandula canariensis e Lavandula pinnata scoperta in un giardino in Marocco. Di buon sviluppo sino al metro di altezza, foglie bipennatosette verde grigio. Spiga di un bel blu violetto, lavanda con fioritura continua nei climi miti.